L’Alta Via delle Prealpi trevigiane è un percorso affascinante, che si snoda lungo tre punti importanti e molto conosciuti: il massiccio del Grappa, Il monte Cesen e l’altopiano del Cansiglio.
Il percorso dell’Alta Via delle Prealpi trevigiane è lungo 128 chilometri con 7000 metri di dislivello. Ci vogliono all’incirca sette giorni di cammino per portarlo a termine.

L’Alta Via delle Prealpi trevigiane parte da Crespano del Grappa, dove con sole due ore e mezzo di cammino, si raggiunge Borso del Grappa.
La seconda tappa invece diventa più impegnativa, per circa sette ore di cammino, fino a raggiungere località Forcelletto, dove sono rimasti indelebili i segni della Grande Guerra, combattuta anche tra queste montagne.
Qui la galleria Vittorio Emanuele si addentra nel massiccio del Grappa, svelando le crudeltà di un conflitto capace di distruggere vite, famiglie e speranze.

L’Alta Via delle Prealpi trevigiane continua su un sentiero aperto proprio dai sodati che combatterono durante la Prima Guerra Mondiale, ora diventato una via del gusto: i formaggi di malga, tra cui il Morlacco, valgono una sosta in una delle malghe che si incontrano lungo il percorso.
Arrivati a Fener, dopo essersi riposati abbastanza, è necessario raggiungere Rosa Puner, lungo il tragitto panorami mozzafiato tengono gli avventurosi camminatori con il fiato sospeso.

Un altro giorno di cammino per raggiungere il passo Praderadego prima e il San Boldo poi, con sosta al suggestivo bivacco dei Loff.
Il cammino riprende lungo il tragitto dell’Alta Via delle Prealpi trevigiane: la Strada dei Cento Giorni, tra le gallerie del San Boldo, per salire poi fino al Visentin, dove il panorama che si apre è davvero incredibile, in una bella giornata senza foschia l’occhio può arrivare all’Adriatico.

Dal Visentin in circa otto ore si approda finalmente in Cansiglio, seguendo il sentiero del Gaviol.
L’ultima tappa dell’Alta Via delle Prealpi trevigiane dal monte Pizzoc porta a Vittorio Veneto ed è tutta discesa: passando per il santuario di Santa Augusta, che si dice sia miracoloso per i problemi emicrania e poi finalmente piazza Flaminio.

35 - valdobbiadene - monte cesen

Difficoltà: