Il Villaggio fortificato preistorico di Parè e il sito di San Pietro in Tuba rappresentano le maggiori evidenze protostoriche del Comune di Limana, in provincia di Belluno.

La storia di Limana, così come si evince dalle rimanenze archeologiche reperite nella zona di Pian de Femene, mosse i primi passi già nel Neolitico, con una concentrazione degli abitati sui crinali prealpini. Fu però durante l’Età del Bronzo che aumentò la stanzialità in questa zona, e proprio a quest’epoca risalgono le fortificazioni necessarie per difendere il territorio dalle invasioni che arrivavano da nord: il villaggio di Parè e la fortificazione di San Pietro in Tuba, su cui poi sorse un castello in epoca altomedievale, si inserirono in questo scenario. 

L’area di Parè, circondata da una serie di grossi massi erratici che costituivano un naturale sistema di difesa, è costituita dai resti di un fortilizio altomedievale risalente al VI-VIII secolo d. C., in cui sono stati trovati utensili, armi, gioielli, nonché i perimetri di alcune piccole abitazioni e probabilmente un edificio di culto all’interno della cinta muraria.

A San Pietro in Tuba la situazione è simile: sono stati rinvenuti numerosi reperti litici e metallici, oggi in parte esposti presso il Museo Civico di Belluno, e fu costruita una fortificazione difensiva, su cui poi fu costruito un importante castello.

02 - limana - villaggio fortificato preistorico

Via Laste, 32020 Limana BL, Italia