Villa conti d’Onigo a Pederobba era la residenza di campagna dei conti d’Onigo, nobile famiglia trevigiana, le cui origini si perdono indietro nei secoli.
Le ipotesi sull’identità della famiglia d’Onigo sono diverse, una li vuole originari della Germania, scesi in Veneto al seguito di un non precisato imperatore, mentre un’altra è quella dell’origine longobarda.
Famiglia importante, insignita del titolo di conti da tempo immemorabile, a partire dalla seconda metà del Quattrocento i suoi rappresentati siedono nel consiglio dei nobili di Treviso.
Oltre a Villa d’Onigo, nell’area vicina a Pederobba ci sono altre proprietà legate a questa discendenza, tra cui anche i resti di un castello.

Della famiglia d’Onigo, estintasi nei primi anni del Novecento, rimangono solo testimonianze come Villa conti d’Onigo a Pederobba, costruita tra Cinquecento e Seicento, periodo di massima fioritura nella costruzione di queste splendide residenze.
Abitazioni maestose, collocate in luoghi dal fascino assoluto, che sanno rispecchiare in pieno il potere delle famiglie che le abitano.

Dietro all’edificio della villa conti d’Onigo si apre un grande parco, all’intero del quale trovano posto le tombe di Teodolinda d’Onigo e di Guglielmo d’Onigo, ricordato per la sua intrepida partecipazione alle guerre di indipendenza.
Oggi la villa conti d’Onigo ospita la sede locale degli alpini e una cooperativa che aiuta le famiglie con difficoltà.

Via Roma - Onigo di Pederobba (TV) 31040