La Valle del Mis è una grande vallata che attraversa in maniera trasversale le Dolomiti Bellunesi. Un canyon stretto e profondo, dal fascino enigmatico e cupo dato dal lento lavorio della natura sul territorio, e dall’aria fatiscente di vecchi insediamenti rurali ormai abbandonati.

La Valle del Mis si trova nella zona più selvaggia delle Dolomiti, in uno scenario tipico del romanticismo: non a caso Goethe, passando per questa valle, la descrisse come un posto selvaggio ed aspro, colmo di ispirazione.

Situata nel cuore delle Dolomiti Bellunesi, visitando la valle del Mis è possibile vedere il lago del Mis, i Cadini del Brenton, la cascata della Soffia ed altre cascate carsiche. Le rive del lago sono un luogo molto gettonato per i picnic primaverili ed estivi. Si ricorda che nel lago e nelle cascate dei Cadini di Brenton è vietato fare il bagno

La strada si srotola in numerose gallerie strette ed umide, il percorso è impervio e impressionante ma non presenta difficoltà di agibilità. Il periodo migliore per visitare la valle del Mis è sicuramente quello autunnale: la vegetazione è folta e in questo periodo si colora di arancione,  reando dei panorami molto suggestivi.

La Valle del Mis è la base di partenza per numerose escursioni, tra cui l’escursione didattico – naturalistica in Val Falcina (nei pressi dell’area attrezzata della Val Falcina) e la camminata a Gena Alta, un villaggio abbandonato in seguito all’alluvione del 1966, luoghi citati nell’opera di Luigi Meneghello “I piccoli maestri”.

02 - sospirolo - valle del mis

Valle del Mis - Sospirolo (BL), 32037