La Val Canzoi si estende tra il comune di Feltre e quello di Cesiomaggiore; la valle, molto antica, incide trasversalmente l’intera successione delle Dolomiti Bellunesi.

Si tratta di una vallata molto lunga e davvero spettacolare per la sua conformazione geografica, oltre che per la sua posizione dato che s’insinua nel cuore del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi costituendo così una delle migliori porte d’accesso al luogo.

La Val Canzoi ospita numerose piante rare quali la Silene di Veselskyi, l’Asplenio delle Dolomiti, la Lunaria, il Giglio dorato e il Varatro nero ( e molti altri ancora). Nel periodo primaverile non è difficile incontrare un capriolo o un muflone mentre si passeggia per la Val Canzoi, oltre a numerose specie di uccelli accolti dai folti boschi di latifoglie.

Una curiosità: la vallata è costellata di strutture chiamate “calchere”: usate fino agli anni ’50, sono dei forni circolari interrati quasi fino all’orlo e aperti in alto, costruite per produrre calce e gesso, ma che spesso venivano utilizzate anche per affumicare la ricotta.

La Val Canzoi prende la forma di un grande anfiteatro roccioso, è attraversata dal torrente Caorame che raccoglie le acque delle montagne dolomitiche, in particolare il Sass de Mura e l’altopiano dei Piani Eterni.

La Val Canzoi ospita un lago artificiale a due punte chiamato Lago della Stua, molto caratteristico e frequentato per picnic estivi, ma anche come punto di partenza per numerosi sentieri tendenzialmente impegnativi, ma che possono essere affrontati anche solo per un breve tratto poiché permettono di ammirare una natura che si esprime nelle sue forme più sorprendenti: cascate, cenge erbose, e tutta la flora e la fauna tipica del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi.

02 - Cesiomaggiore - Val Canzoi
02 - cesiomaggiore - lago della stua

Val Canzoi, Cesiomaggiore (BL), 32030

+39 0439 438434

www.dolomitipark.it