Il Sacrario Francese di Pederobba è un cimitero miliare che conserva i resti di mille soldati francesi, periti durante le battaglie in terra italiana, nel corso della Prima Guerra Mondiale.
La trentasettesima divisione dell’esercito francese riuscì, dopo lunghi giorni passati a combattere, a riconquistare il monte Tomba: era il 30 dicembre del 1917.

Voluto dal maresciallo Petain, il Sacrario Francese di Pederobba venne inaugurato lo stesso giorno di quello italiano a Bligny, dove riposano oltre 3000 soldati italiani. Un gesto che sanciva l’amicizia tra i due paesi alleati, in un conflitto che costò molto in termini di vite umane e di sacrifici compiuti dai soldati e dalle loro famiglie.
Il Sacrario Francese di Pederobba si trova sulla strada principale che da Belluno porta verso Treviso e venne progettato dall’architetto Camille Montagne: un’enorme barricata di pietra che simboleggia l’avanzata inarrestabile del nemico, bloccata grazie al sacrificio dei soldati francesi. Nella parete di questo enorme muro trovano posto i loculi che contengono le salme dei soldati, di cui solo dodici sono rimasti ignoti.

Le due enormi statue di donne che proteggono il muro sono le raffigurazioni di Madre Francia e Madre Italia, unite nel dolore.

 

02 - pederobba - sacrario francese
03 - pederobba - sacrario francese

Via Feltrina c/o incrocio con Via Fratelli Stramar, Pederobba (TV) 31040