Reperti lapidei romani e medievali

Jesolo e il suo passato, scoprire le origini della cittadina sull’Adriatico.

Le origini del primo insediamento umano nell’attuale paese di Jesolo non hanno una datazione certa, in parte perché non sono state condotte indagini archeologiche approfondite della zona delle Antiche Mura, e in parte perché i reperti rinvenuti risalgono a diverse età storiche.

I reperti lapidei romani e medievali della zona di Jesolo testimoniano quanto la città avesse una valenza commerciale importante nelle rotte alto-adriatiche: molti reperti, infatti, hanno una provenienza mediterranea (ceramiche, anfore, lucerne, vetri di produzione nordafricana e orientale). Sono stati rinvenuti anche reperti romani che riportano alla sfera funeraria monumentale; ci sono dei dubbi sulla provenienza di questi tipi di resti che potrebbero essere autoctoni, ma non si esclude che provengano in realtà da siti quali Altino, Concordia, Oderzo e Aquileia.

Se è vero che sono poche le informazioni relative ai primi insediamenti nella città di Jesolo,  è vero anche che la tarda antichità appare ampiamente testimoniata dai reperti lapidei romani e medievali degli strati più profondi raggiunti nelle indagini condotte negli anni ’80 dalla Soprintendenza Archeologica del Veneto, purtroppo non portate a termine.

La maggior parte dei reperti lapidei romani e medievali non sono stati rinvenuti nella loro giacitura originaria, ma all’interno delle murature della Cattedrale di Santa Maria Assunta o di edifici minori d’epoca medievale, perlopiù chiese.

 

Via Sant'Antonio, 14 - Jesolo (VE) 30016

+39 0421 359111

Orari

L’esposizione è visitabile durante gli orari di apertura degli uffici del Comune: lunedì, mercoledì, venerdi: mattino – martedì, giovedì: mattino e pomeriggio