L’Olt de Val d’Arc è un monumento della natura alla natura, intriso di storia e leggenda, al confine tra il comune di Mel (Belluno) e quello di Miane (Treviso). Collocato a 1050 metri sul livello del mare, sorge in una delle valli del Monte Crep, nelle Prealpi Trevigiane.

Secondo la leggenda, Sofia in Da Camino, valorosa contessa di Colfosco, donò il Castello e il Contado di Zumelle al vescovo di Belluno nel 1177; questa bipartizione, però, creò non pochi problemi nella definizione dei nuovi confini tra il trevigiano e il bellunese. Tra gli abitanti coinvolti nella diatriba sorsero ben presto forti conflitti per il possesso delle terre che si protrassero dal 1500 fino al 1838, anno in cui vennero delineati definitivamente i nuovi confini. per ricordare questa data, il 6 giugno 1838, le rocce del ponte Olt de Val d’Arc furono incise con delle effigi commemorative: una a Nord, in Comune di Mel, e l’altra a sud, in comune di Miane. Da quel momento il ponte diventò il simbolo della divisione tra i due comuni, e quindi tra le province di Belluno e Treviso.

L’Olt de Val d’Arc è facilmente raggiungibile con una piccola passeggiata che parte dal Rifugio Posa Puner dalla strada Combai, seguendo le indicazioni per il sentiero panoramico dal Grappa al Cansiglio in direzione Praderadego.

07 - trichiana - val d'arc

Valle d'Arco - Mel (BL), 32026