Il monumento degli Arditi, nel comune di Sernaglia della Battaglia, è un omaggio ai coraggiosi ed intrepidi Caimani del Piave, che combatterono durante la Prima Guerra Mondiale, per difendere le proprie case e famiglie, dalla furia devastante di un conflitto che sembrava non dovesse concludersi mai.

Quando, dopo la disfatta di Caporetto, anche le ultime speranze sembravano perdute, un manipolo di uomini e di gente del posto, che conosceva bene le insenature del Piave in quella zona, venne addestrato per combattere anche sott’acqua. Una maniera questa per sorprendere il nemico, per prenderlo alla sprovvista, per guadagnare tempo prezioso.
Questi soldati conoscevano anche i luoghi che circondavano il fiume, erano amici e parenti degli abitanti di Sernaglia della Battaglia e dei paesi vicini, potevano trovare conforto e aiuto nei momenti di bisogno.
I civili diventarono parte importante di un conflitto che fino ad allora li aveva relegati al passivo ruolo di vittime.

Il monumento degli Arditi ricorda proprio questa eroica impresa.
Il nome preciso del monumento è “Tre arditi all’assalto” ed è firmato da Giovanni Possamai di Solighetto, un artista del bronzo vissuto tra fine Ottocento e primi decenni del Novecento.

Il monumento degli Arditi viene innalzato a Falzè di Piave, nel 1921.

02 - sernaglia della battaglia - monumento agli arditi

Piazza Arditi - Falzè di Piave (TV) 31020