Il Lago di Santa Croce è un bacino naturale che si trova in provincia di Belluno, nella conca dell’Alpago, al confine con la provincia di Treviso.

Il bacino, ampliato poi artificialmente negli anni Trenta del Novecento con lo sviluppo degli impianti idroelettrici e della diga dell’ENEL posta a nord dell’invaso, è da sempre uno dei punti focali delle attività economiche e turistiche della zona.

I suoi principali immissari sono il Canale Cellina, una deviazione del Piave storicamente utilizzata per permettere il lavoro degli opifici della zona, ed il torrente Tesa, mentre l’unico emissario è il torrente Rai, confluente nel Piave: proprio quest’ultimo ricopre un ruolo essenziale per permettere il deflusso delle acque in caso di piena del lago.

Da sempre il bacino del Lago di Santa Croce è apprezzato da abitanti e turisti in tutte le stagioni per alcune caratteristiche peculiari: uno scenario spettacolare, immerso nelle montagne ma non lontano dalla pianura; un clima sufficientemente caldo, che permette nella bella stagione di prendere il sole nelle spiagge sorte sulle rive del lago; una brezza fresca e continua, eccellente per le passeggiate e per lo sviluppo di sport acquatici come il wind-surf, il kite-surf, la barca a vela; le acque abbondanti e pescose, in cui gli appassionati possono trovare persici, lucci e il tipico esemplare di questo bacino, il “samperiòl”.

11 - farra d'alpago - lago di santa croce
13 - farra d'alpago - lago di santa croce

Lago di Santa Croce, BL, Italia