L’area del Lago di Busche, Vincheto di Celarda e delle Fontane è una zona di protezione speciale (ZPS), ovvero fa parte di quei territori tutelati dalla Regione Veneto tramite la diretta istituzione e gestione di un piano di gestione. Un piano di gestione è quello strumento che consente di conservare la biodiversità di un territorio tenendo conto delle esigenze economiche, sociali e culturali di un determinato ambiente.

Il lago di Busche si trova al confine tra i comuni di Lentiai e di Cesiomaggiore è un bacino artificiale dato dallo sbarramento del fiume Piave per raccogliere l’acqua sufficiente all’irrigazione dei consorzi di bonifica della Pianura Padana. Il lago è inoltre un importante punto di osservazione della LIPU.

Il vincheto di Celarda è una riserva naturale umida di specie protette di flora e fauna della zona dolomitica. Gli elementi che caratterizzano la flora del posto sono per la maggior parte legati alla presenza dell’acqua: formazioni di salice bianco, di ontano nero e pioppo, olmi, frassini, carpino bianco e due rari esempi di orchidee (Orchis coriophora e Orphys fuciflora).

La fauna del vincheto di Celarda è molto ricca: conta otto specie di anfibi, quarantacinque specie di uccelli, lepri, cinghiali, cervi e caprioli.

L’area delle Fontane è limitrofa a quella del vincheto e presenta le medesime caratteristiche suddette.

02 - feltre - vincheto di celarda - fontane - busche

Celarda - Feltre (BL), 32032