La zona delle Fontane di Nogarè si trova nell’omonimo paesino situato nella periferia di Belluno; l’area si estende nella zona compresa tra il Ponte della Vittoria e Levego, ovvero alla confluenza del torrente Ardo nel Piave alla zona abitata di San Pietro in Campo. La superficie è di circa 200 ettari e l’altitudine media è di 340 metri sul livello del mare.

Le Fontane di Nogarè rappresentano l’esempio più importante di ecosistema fluviale della provincia di Belluno: al suo interno sono presenti comunità vegetali e animali tipiche dell’ambiente che rendono la zona un luogo di interesse di stampo flogistico – vegetazionale. Il PRG del comune di Belluno definisce le Fontane di Nogarè un biotopo: per questo motivo l’area è sottoposta ad una normativa di tutela.

La denominazione dell’area delle Fontane di Nogarè prende origine dal paesino di Nogarè, ma anche dal fatto che dentro quest’ampia golena che si trova nella destra idrografica del Piave, esistono molti affioramenti di falda, sorgenti e fontanili che si rivelano essere l’elemento caratterizzante dell’intero biotopo, che per questo motivo viene definito nella sua globalità “Fontane di Nogarè”.

La zona è abitata da un’avifauna molto variegata, grazie soprattutto alla posizione geografica dell’area a cavallo tra la zona montuosa delle Alpi e la Pianura Veneta.

64 - belluno - zona fontane di nogarè

Via per Nogaré - Belluno (BL), 32100