La Cartiera di Vas è un ex opificio idraulico situato in Comune di Quero Vas (BL), oggi rimodernato per renderlo un moderno spazio industriale e culturale.

Lo stabilimento fu uno dei fulcri attorno a cui crebbero il paese e la comunità di Vas, grazie ad una posizione geografica che poteva contare sull’acqua del torrente Fium e del vicino Piave, nonché sugli estesissimi boschi presenti sul territorio.

Lo stabilimento fu fondato dalla nobile famiglia veneziana Gradenigo, che si stabilì a Vas dopo le Guerre Cambraiche. Nei secoli, poi, passò per molte mani, ma sempre restando il centro di maggior impulso economico per il territorio: la Cartiera di Vas arrivò ad essere la più grande e produttiva dello stato veneziano, grazie ad una carta di grande qualità. Mantenuta fiorente per tutto l’Ottocento, la Cartiera fu prima trasformata in peschiera, e poi definitivamente chiusa nel 1963.

Dopo decenni di abbandono, il grande stabilimento (cinque solo i corpi di fabbrica principali) è stato recentemente ristrutturato e ammodernato secondo le normative vigenti, che hanno inevitabilmente comportato la perdita di alcuni elementi della struttura: oggi la Cartiera di Vas è un grande spazio pensato per nuove industrie e come spazio culturale per conferenze, manifestazioni ed esposizioni, anche se non è ancora stato sfruttato in maniera consona all’importanza della Cartiera nella storia del paese di Vas.

02 - vas - cartiera di vas
03 - vas - cartiera di vas

Via Noal, 1, 32030 Vas BL, Italia