Il Canale Taglio del Re

La bonifica delle campagne jesolane, tra salvaguardia dell’ambiente e amore per il territorio.

Lungo il corso del Canale Taglio del Re si dispiega la campagna orientale di Jesolo.

Il territorio è caratterizzato dai vasti campi adibiti alla coltura del mais, vigneti e siepi, contribuendo ad un panorama fluviale molto bello dal punto di vista estetico.

La campagna orientale di Jesolo è ricca e pulita, ma non si tratta di uno scenario naturale, bensì dell’opera dell’uomo: è creata infatti su suoli sabbiosi in cui, duemila anni addietro, erano presenti le selve litoranee e i leggendari allevamenti di cavalli di Equilium (nome antico di Jesolo). Questo risultato è stato ottenuto grazie alla campagna di bonifica della zona del Canale Taglio del Re grazie alla quale le paludi sono state trasformate in una campagna fertile e suggestiva.

Il Canale Taglio del Re ci appare oggi come un fossato, ma giocò un ruolo essenziale per il territorio di Jesolo per quanto riguarda la salvaguardia idraulica dei campi e delle zone abitate. Non si trattava di un canale spontaneo ma di un’opera artificiale atto a deviare verso il mare le acque del Piave in caso di piena, salvaguardando così i territori dagli allagamenti.

Il percorso del Canale Taglio del Re era questo: seguendo l’argine S. Marco si dirigeva verso il porto di Cortellazzo.

A partire dal ‘900 iniziarono le grandi opere di bonifica ed il Canale Taglio del Re svolse un ruolo molto importante come canale di irrigazione.

 

04 - jesolo - campagna di bonifica lungo il canale taglio del re

Canale Taglio del Re