Il Canale Cavetta

Il canale della Serenissima da Jesolo a Cortellazzo.

Il Canale Cavetta è un corso d’acqua artificiale lungo quasi 7 km, navigabile e caratterizzato dal percorso rettilineo.

L’idea della costruzione dell’attuale Canale Cavetta ha delle origini che risalgono al 1440, anno in cui la Serenissima iniziò i lavori per la costruzione di una canale che da Jesolo si dirigeva a Cortellazzo; i lavori di costruzione del canale si protrassero a lungo, fino allo stop della durata di un secolo a causa di molteplici avversità.

I lavori furono ripresi e portati a termine nel corso del 1500: il canale prese il nome di Canale Zuccherina (dall’idraulico progettista) ma dopo 50 anni dalla realizzazione diventò inagibile a causa delle acque sporche del fiume Piave.

Dopo questo fatto si deciso di costruire un canale di collegamento più rettilineo: il Canale Cavetta, aperto alla navigazione nel 1601. La geografia idrica del territorio, però, cambiò radicalmente nel 1683 poiché in quell’anno il Piave si insinuò tra Cavetta e revedoli, mettendo foce a Cortellazzo; in quest’occasione furono erette delle porte di sbarramento sui canali di cavetti e di Revedoli, facilitando la costruzione di un centro abitato a Cortellazzo.

La situazione attuale vede le porte di Cortellazzo in disuso e il Canale Cavetta un luogo in cui si pratica la pesca.

 

Canale Cavetta - Jesolo (VE), 30016