Le Barchesse di Villa da Mula nascono come edificio adibito a scopi agricoli, adagiate al cospetto della vera e propria dimora, ideata dall’architetto Andrea Tirali e costruita nel 1731, andata purtroppo distrutta in seguito ai bombardamenti della Prima Guerra Mondiale, nel novembre del 1917.

Le Barchesse di Villa da Mula sono gli unici resti di questa splendida dimora, oggi Villa Mora Sernagiotto, collocata nel comune di Zenson, in provincia di Treviso.
Le ville sono delle residenze patrizie realizzate tra il XV e il XIX secolo sul territorio veneto, che ne conta più di 5.000, molte delle quali ancora perfettamente conservate.

Queste abitazioni erano dei veri e propri complessi, contavano infatti più edifici: oltre alla casa padronale, abitazione del possidente, c’erano le barchesse appunto, adibite a magazzini per la conservazione ed essiccazione dei prodotti della terra, coltivati e raccolti dai fattori.
Esistevano inoltre le stalle che ospitavano le bestie del padrone e i fienili, che servivano per conservare il foraggio da dare agli animali durante i freddi mesi invernali.

Solitamente durante l’autunno i ricchi signori proprietari di terre e bestiame, partecipavano a fiere specializzate dove potevano vendere i prodotti della loro fattoria ma anche la carne di vacche e buoi, comprare nuovi capi e veder crescere le proprie finanze, se la stagione era stata generosa e proficua.

Anche i fattori ricevevano la loro fetta di produzione, che potevano poi rivendere nei mercati: ad esempio prodotti caseari come burro, formaggio e ricotta, ma anche uova e fagioli.

 

 

02 - zenson - barchesse villa da mula

Zenson di Piave - (TV) 31050